15 / 12 / 2019
Menu Principale
News dall'AISU
AISU 4.0
Congressi
Twitter
Facebook Like Box

E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


E' attiva la pagina per l'iscrizione AISU 2019

Link


POSTICIPO Scadenza Call for Paper - 10 febbraio 2019

Vai alla pagina


4-7 L’architettura del XIX secolo: uno dei primi stili internazionali nell'urbanistica?

Sessione Titolo Coordinatore della sessione  
4 - 7 L’architettura del XIX secolo: uno dei primi stili internazionali nell'urbanistica?

user female Angelika Psenner, Vienna University of Technology

Sessione

Le città del XIX secolo hanno sperimentato, in tutto il mondo, la prima ondata di industrializzazione e urbanizzazione. Le conquiste tecniche e mediche di quel tempo hanno comportato una maggiore aspettativa di vita della popolazione, un boom demografico regionale e di conseguenza – sostenute dalle condizioni politiche dominanti – un esodo rurale senza precedenti. Le invenzioni tecniche e i cambiamenti politici hanno inoltre capovolto le strutture sociali esistenti.

È interessante notare che a questi cambiamenti strutturali elementari l'architettura e la pianificazione urbana hanno risposto con mezzi simili in tutto il mondo: la rete stradale a griglia, la nascita dei trasporti pubblici, una crescita senza precedenti dell’edilizia residenziale, l’incremento di case popolari e, sorprendentemente, un linguaggio architettonico che ha trovato sostegno nello storicismo.

Lo stile “Gründerzeit”, in voga nella monarchia austriaca, a Vienna, Budapest, Praga e Zagabria; l’“architecture d'entrepreneur” nella Parigi di Haussmann; l'architettura guglielmina nella Berlino di Hobrecht e il Plan Cerda di Barcellona… sono interpretabili come sfaccettature dello stesso - e forse primo - approccio di pianificazione urbana globale? Si può sostenere che le analogie nell'approccio urbanistico fosse guidata dalle prime fiere e mostre mondiali (come, per esempio, quelle di Londra, del 1851, di New York City, del 1853, di Parigi, del 1855 e del 1867 o di Vienna, del 1873) o dai futuri manuali "Städtebau" e altre pubblicazioni? In che modo differiscono le attuazioni delle strategie nazionali in materia di progettazione urbana e dove l'istituzionalizzazione dell’urbanistica ha portato a risultati simili?

Lo scopo della sessione è di promuovere un’analisi critica, ampia e idealmente comparativa, della storia della costruzione urbana e del modo in cui sono apparse le città in tutto il mondo, analizzando il processo da una prospettiva interdisciplinare e multidisciplinare.

Sessione in lingua inglese

   
Form Form da compilare per proporre un intervento 
Email

angelika.psenner@tuwien.ac.at

Select language

Calendar
Dicembre 2019
L M M G V S D
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5
I Viaggi dell'AISU
Le città italiane come patrimonio culturale
Città e Storia
Food and The City
The City, the Travel, the Tourism